martedì 10 novembre 2009

Stefano Cucchi - Nessuna pietà

"LO HA UCCISO LA DROGA"
Giovanardi: "Era in carcere perché era uno spacciatore abituale. La verità verrà fuori, e si capirà che è morto soprattutto perché era di 42 chili",

ha detto stamattina a Radio24 il sottosegretario Giovanardi parlando di Cucchi.

Giovanardi: "Quando si polemizza bisogna avere onesta' intellettuale e non malafede pregiudiziale".

Lo afferma in una nota Carlo Giovanardi specificando che nella sua dichiarazione di oggi pomeriggio

Giovanardi: "ho ampiamente illustrato la mia posizione di piena solidarieta' alla famiglia Cucchi e di forte critica per la mancata assistenza nelle strutture sanitarie".
"E' difficile dialogare con chi stravolge maliziosamente il pensiero altrui ma mi rendo contro che nel nostro Paese c'e' sempre qualcuno pronto a sostenere la liberta' di drogarsi anche deformando ad arte le posizioni di chi la pensa in maniera diversa da loro",

conclude Giovanardi

a quanto pare la ricerca della verità non importa se si può giustificare tutto con la droga! e bravo il nostro ministro

Nessun commento: